Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore prostata
ForumOncologico

Risultati ricerca per "Carcinoma duttale in situ"

Il Tamoxifene somministrato per 5 anni a 20 mg/die è efficace nel trattamento e nella prevenzione del tumore mammario, ma la tossicità ha limitato il suo ampio uso. Gli studi sui biomarcatori hanno ...


L'irradiazione dell'intero seno erogata una volta al giorno per 3-5 settimane dopo l'intervento chirurgico di conservazione della mammella riduce la recidiva locale con buoni risultati estetici. L'ir ...


Circa il 15% di tutti i tumori al seno si verifica in donne con anamnesi familiare di tumore mammario, ma per le quali non è stata trovata alcuna mutazione genetica ereditaria causale. Le lineeguida ...


Gli inibitori dell'aromatasi di terza generazione sono più efficaci del Tamoxifene per prevenire le recidive nelle donne in postmenopausa con carcinoma mammario invasivo positivo ai recettori ormonali ...


Lo studio NSABP B-35 ha confrontato 5 anni di trattamento con Anastrozolo ( Arimidex ) rispetto a Tamoxifene nella riduzione della successiva insorgenza di cancro della mammella in pazienti in postmen ...


Il carcinoma duttale in situ è attualmente gestito con escissione, radioterapia e terapia ormonale adiuvante, di solito Tamoxifene. Si è ipotizzato che un inibitore dell'aromatasi possa essere più s ...


Tamoxifene ( Nolvadex ) e Raloxifene ( Evista ) riducono il rischio di carcinoma mammario in donne a rischio elevato di malattia, ma la durata del loro effetto non è nota.Uno studio ha valutato l’effi ...


Il Tamoxifene e il Raloxifene presentano una ridotta compliance da parte del paziente nella prevenzione primaria del tumore al seno. Gli inibitori dell'aromatasi prevengono più tumori alla mammella co ...


I modulatori selettivi del recettore dell’estrogeno ( SERM ) oggi disponibili riducono il rischio di carcinoma mammario, ma non sono ampiamente utilizzati.Nello studio PEARL ( Postmenopausal Eva ...


Il Raloxifene ( Evista ) ha mostrato di ridurre il rischio di carcinoma mammario nelle donne in postmenopausa ad aumentato rischio di questa neoplasia. Lo studio STAR ( Study of Tamoxifen and Raloxife ...


Il valore della rilevazione da screening e del trattamento del carcinoma duttale in situ ( DCIS ) è una questione controversa. Allo stato attuale, la misura in cui la diagnosi e il trattamento del c ...


Lo studio Radiation Therapy Oncology Group 9804 ( RTOG 9804 ) ha identificato le pazienti con carcinoma duttale in situ ( DCIS ) con un buon profilo di rischio, una diagnosi di cancro al seno trovata ...


La radioterapia adiuvante dopo escissione locale per il carcinoma duttale in situ ha lo scopo di ridurre l’incidenza di ricorrenza locale. Uno studio ha analizzato il rischio a lungo termine di sv ...


Le patologie benigne della mammella e l’alta densità mammaria sono prevalenti e forti fattori di rischio per il cancro al seno. Le donne con entrambi i fattori di rischio possono correre un rischio mo ...


Lo screening basato sulla ecografia annuale potrebbe identificare carcinomi mammari piccoli e linfonodo-negativi che non emergono all’esame con mammografia.La risonanza magnetica potrebbe svelar ...