Natera Banner
Bayer Banner
Gilead Banner
Tumore prostata

Sicurezza della laparoscopia versus laparotomia nel carcinoma dell’endometrio in fase iniziale


Il trattamento chirurgico standard per il carcinoma dell’endometrio in stadio precoce è rappresentato dall’isterectomia addominale totale e salpingo-ooforectomia bilaterale, associate a una sostanziale morbilità.

L’isterectomia laparoscopica totale e la salpingo-ooforectomia bilaterale rappresentano una tecnica meno invasiva e si suppone siano associate a una minore morbilità, soprattutto in donne obese.

Uno studio ha valutato il tasso di complicazioni dell’isterectomia laparoscopica totale versus isterectomia addominale totale in donne con carcinoma dell’endometrio in fase precoce.

Lo studio randomizzato è stato condotto in 21 ospedali olandesi e vi hanno preso parte 26 ginecologi con provata abilità nell’isterectomia laparoscopica totale.

In totale, 283 pazienti con adenocarcinoma endometrioide di stadio I o iperplasia atipica complessa sono state assegnate in maniera casuale ( in rapporto 2:1 ) al gruppo intervento ( isterectomia laparoscopica totale, n=187 ) o al gruppo controllo ( isterectomia addominale totale, n=96 ).

L’esito primario era il tasso di complicanze maggiori.

I dati sono stati esaminati mediante analisi per intention-to-treat modificata e 2 pazienti in ciascun gruppo sono stati esclusi dall’analisi principale.

La proporzione di complicanze maggiori è stata pari al 14.6% nel gruppo isterectomia laparoscopica totale versus 14.9% nel gruppo isterectomia addominale totale, con una differenza di -0.3% ( p=0.95 ).

La proporzione di pazienti con complicanza maggiore intraoperatoria ( 3.2% ) è risultata più bassa di quella delle pazienti con complicanze maggiori post-operatorie ( 11.5% ) e non ha mostrato differenze tra isterectomia laparoscopica totale ( 2.7% ) e isterectomia addominale totale ( 4.3%; p=0.49 ).

La proporzione di pazienti con complicanze minori è stata del 13.0% nel gruppo isterectomia laparoscopica totale e 11.7% in quello isterectomia addominale totale ( p=0.76 ).

Il passaggio a laparotomia si è verificato nel 10.8% delle procedure laparoscopiche.

L’isterectomia laparoscopica totale è risultata associata a una significativa riduzione della perdita di sangue ( p inferiore a 0.0001 ), minor uso di farmaci contro il dolore ( p inferiore a 0.0001 ), ricovero in ospedale più breve ( p inferiore a 0.0001 ) e guarigione più rapida ( p=0.002 ), ma la procedura è risultata di durata maggiore rispetto all’isterectomia addominale totale ( p inferiore a 0.0001 ).

In conclusione, questi risultati non hanno mostrano prove di un beneficio legato a isterectomia laparoscopica totale rispetto a isterectomia addominale totale in termini di complicanze maggiori, ma l’isterectomia laparoscopica totale ( effettuata da un chirurgo esperto ) ha portato benefici in termini di minor tempo trascorso in ospedale, meno dolore e ripresa più veloce delle attività quotidiane. ( Xagena2010 )

Mourits MJ et al, Lancet Oncol 2010; 11: 763-771


Onco2010 Chiru2010 Gyne2010


Indietro