Lung Unit
Tumore Uroteliale
OncoPneumologia
Tumore polmone

Radioterapia pelvica adiuvante versus brachiterapia vaginale più Paclitaxel / Carboplatino nel tumore endometriale in stadio precoce a rischio alto-intermedio e a rischio alto


L'obiettivo primario era determinare se la brachiterapia della cuffia vaginale e la chemioterapia ( VCB/C ) aumentino la sopravvivenza libera da recidiva ( RFS ) rispetto alla radioterapia pelvica ( RT ) nel carcinoma dell'endometrio in stadio precoce a rischio alto-intermedio e ad alto rischio.

È stato effettuato uno studio randomizzato di fase III su pazienti idonei con carcinoma endometriale.
Le pazienti eleggibili presentavano istologia endometrioide di stadio I secondo FIGO ( International Federation of Gynecology and Obstetrics 2009 ) con criteri di rischio alto-intermedio basati sul Protocollo 33 GOG ( Gynecologic Oncology Group ), malattia di stadio II o tumori sierosi o tumori a cellule chiare in stadio da I a II.
Il trattamento è stato assegnato in modo casuale scegliendo tra radioterapia ( da 45 a 50.4 Gy in 5 settimane ) o chemioterapia VCB seguita da Paclitaxel per via endovenosa 175 mg/m2 ( 3 ore ) più Carboplatino ( area sotto la curva, 6 ) ogni 21 giorni per 3 cicli.

L'età media dei 601 pazienti era di 63 anni, e il 74% aveva malattia in stadio I. Le istologie includevano i tipi endometrioide ( 71% ), sierosa ( 15% ) e a cellule chiare ( 5% ).

Con un follow-up mediano di 53 mesi, la sopravvivenza libera da recidiva a 60 mesi era 0.76 per radioterapia e 0.76 per chemioterapia VCB ( hazard ratio, HR=0.92 ).
La sopravvivenza globale a 60 mesi è stata di 0.87 per radioterapia e 0.85 per chemioterapia VCB ( HR=1.04 ).

I tassi di recidiva vaginale e distante erano simili tra i bracci. Le recidive linfonodali pelviche o para-aortiche sono state più comuni con chemioterapia VCB ( 9% vs 4% ).

Non vi è stata eterogeneità dell'effetto del trattamento rispetto alla sopravvivenza libera da recidiva o alla sopravvivenza globale tra le variabili cliniche o patologiche valutate.

Non è stata dimostrata la superiorità di chemioterapia VCB rispetto alla radioterapia pelvica.

La tossicità acuta è stata maggiore con chemioterapia VCB; la tossicità tardiva è stata simile.

La sola radioterapia pelvica rimane un trattamento adiuvante efficace, ben tollerato e appropriato nei carcinomi dell'endometrio in stadio iniziale ad alto rischio di tutte le istologie. ( Xagena2019 )

Randall ME et al, J Clin Oncol 2019; 37: 1810-1818

Gyne2019 Onco2019 Farma2019


Indietro