Cortinovis SCLC 2021
Roche Oncologia
Oncologia Morabito
Tumore prostata

Promettenti risultati per il vaccino GP2 associato a GM-CSF nel trattamento adiuvante di donne con tumore alla mammella ad alto rischio


GP2 è un peptide derivato da HER2, concepito per stimolare le cellule T CD8+ a riconoscere le cellule tumorali con qualsiasi livello di espressione di HER2 ( IHC 1-3+ ).
Il vaccino GP2 viene studiato per la prevenzione delle recidive del cancro al seno.

Le pazienti con tumore alla mammella con linfonodi positivi o negativi ma ad alto rischio di cancro al seno con qualsiasi livello di espressione di HER2, rese libere dalla malattia mediante terapia standard ( comprendente Trastuzumab [ Herceptin ] ), sono state assegnate in modo casuale a ricevere il vaccino GP2 più il fattore di crescita GM-CSF oppure solo GM-CSF.
Le pazienti hanno ricevuto 6 iniezioni mensili ( serie di vaccinazione primaria ) seguite da 4 booster ( richiami ) somministrati ogni 6 mesi.

Il metodo di Kaplan Meier è stato utilizzato per l'analisi statistica. La popolazione intention-to-treat ( ITT ) è stata definita come l'intera popolazione randomizzata. Il gruppo per-trattamento ( PT ) ha escluso le pazienti che hanno recidivato durante la serie di vaccinazione primaria o hanno sviluppato un secondo tumore maligno.
Una analisi per sottogruppi pre-specificati è stata effettuata sulla base dei livelli di espressione HER2. L’iperespressione di HER2 è stata definita come IHC 3+ o FISH maggiore di 2.2.

Un totale di 89 pazienti sono state assegnate al gruppo GP2 più GM-CSF e 91 pazienti al solo fattore GM-CSF; non c’erano differenze tra i gruppi per quanto riguardava l'età, la positività linfonodale, la dimensione del tumore, il grado, lo stato ER/PR, e l'espressione di HER2.

Il vaccino è risultato ben tollerato, con tossicità paragonabile tra il gruppo GP2 più GM-CSF e il solo GM-CSF.
E’stata riscontrata nel gruppo GP2 più GM-CSF un solo caso di reazione di tossicità locale e sistemica di grado 3.

Al mese 34 del follow-up, la sopravvivenza libera da malattia è stata confrontata tra la popolazione ITT ( 85% GP2 più GM-CSF vs 81% di GM-CSF, p = 0.57 ) e la popolazione PT ( 94% vs 85%, p = 0.17).

Nei pazienti con iperespressione di HER2 ( 51 GP2 più GM-CSF e 50 GM-CSF ) la sopravvivenza libera da malattia è stata del 94% vs 89% ( p = 0.86; popolazione ITT ) e del 100% vs 89% ( p = 0.08; popolazione PT ).

In conclusione, la combinazione GP2 e fattore GM-CSF è risultata sicura e ben tollerata.
Questo studio di fase II ha dimostrato un beneficio potenziale maggiore nelle pazienti con tumori con iperespressione di HER2 nelle donne non sono andate incontro a recidiva nel gruppo PT ( per-trattamento ). Ciò può essere dovuto alla sinergia con la terapia a base di Trastuzumab, giustificando così uno studio di fase III per la valutazione del vaccino GP2 somministrato come adiuvante a una popolazione con iperespressione di HER2. ( Xagena2014 )

Fonte: Breast Cancer Symposium 2014

Onco2014 Gyne2014 Farma2014


Indietro