Lung Unit
Tumore Uroteliale
ForumOncologico
Tumore Vescica

MONARCH 2: sopravvivenza globale di Abemaciclib più Fulvestrant nei pazienti con carcinoma mammario avanzato HR+, HER2-


Abemaciclib ( Verzenios ) è un inibitore orale e selettivo delle chinasi 4 e 6 ciclina-dipendente ( CDK4/6 ), approvato per il carcinoma mammario avanzato HER2- ( negativo per il recettore 2 del fattore di crescita epidermico umano ), HR+ ( positivo per il recettore ormonale ) come monoterapia per la malattia endocrina refrattaria e con la terapia endocrina per il trattamento iniziale e dopo la progressione in corso di terapia endocrina.

Nello studio MONARCH 2, Abemaciclib + Fulvestrant ( Faslodex ) ha migliorato significativamente la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) rispetto a placebo + Fulvestrant ( mediana: 16.4 mesi vs 9.3 mesi; hazard ratio, HR: 0.553 ) con un profilo di sicurezza generalmente tollerabile.

I ricercatori hanno riportato i risultati di sopravvivenza globale ( OS ) dell'intervallo prespecificato.

MONARCH 2 era uno studio globale, randomizzato, in doppio cieco di fase 3 su Abemaciclib + Fulvestrant oppure Placebo + Fulvestrant in donne in pre- o peri-menopausa ( con soppressione ovarica ) e in post-menopausa con carcinoma mammario avanzato, resistente alla terapia endocrina, HR+/HER2-.

Un totale di 669 pazienti sono stati randomizzati in un rapporto 2:1, con stratificazione in base al sito di metastasi ( viscerale, solo osseo o altro ) e resistenza alla precedente terapia endocrina ( primaria versus secondaria ).
Abemaciclib oppure Placebo 150 mg sono stati somministrati ogni 12 ore, mentre Fulvestrant 500 mg è stato somministrato secondo scheda tecnica.

L'obiettivo primario era la sopravvivenza libera da progressione valutata dallo sperimentatore. La sopravvivenza globale ( OS ) era un endpoint secondario.

Il valore p limite per l'analisi provvisoria era 0.0208.

All'analisi provvisoria prespecificata, sono stati osservati 338 decessi ( 77% dei 441 eventi previsti ) nella popolazione ITT con una sopravvivenza globale mediana di 46.7 mesi per Abemaciclib + Fulvestrant e 37.3 mesi per Placebo + Fulvestrant ( HR: 0.757; IC al 95%: 0.606, 0.945; P = 0.0137 ).

Questi risultati hanno incontrato il limite predefinito di significatività, e sono pertanto definitivi.

Il beneficio di sopravvivenza globale era coerente in tutti i fattori di stratificazione; tra i fattori di stratificazione, sono stati osservati effetti più pronunciati nei sottogruppi con malattia viscerale ( HR: 0.675 ) e resistenza primaria alla precedente terapia endocrina ( HR: 0.686 ).

La sopravvivenza PFS2 ( HR: 0.675; IC al 95%: 0.558, 0.816 ) e il tempo alla chemioterapia ( HR: 0.622; IC al 95%: 0.499, 0.775 ) sono risultati significativamente migliorati.

I dati di sicurezza erano coerenti con il profilo di sicurezza noto di Abemaciclib.

In conclusione, il trattamento con Abemaciclib più Fulvestrant ha fornito un beneficio di sopravvivenza globale statisticamente significativo e clinicamente significativo di 9.4 mesi a pazienti pre- o peri-menopausali e post-menopausali con carcinoma mammario HR+, HER2-in fase avanzata che sono progrediti con terapia endocrina senza che siano stati osservati nuovi segnali di sicurezza. ( Xagena )

Fonte: ESMO ( European Society of Medical Oncology ) Meeting, 2019

Onco2019 Gyne2019 Farma2019


Indietro