Oncologia Morabito
Cortinovis SCLC 2021
Roche Oncologia
Tumore prostata

La crioablazione più Ipilimumab induce risposte immunitarie nel tumore della mammella in stadio precoce


La combinazione di crioablazione pre-operatoria con Ipilimumab ( Yervoy ) produce più alti tassi di attivazione immunitaria sistemica nelle donne con carcinoma mammario in fase precoce.

Ipilimumab è un anticorpo monoclonale che ha come bersaglio CTLA-4, un recettore che down-regola il sistema immunitario.

Ricercatori del Memorial Sloan Kettering Cancer Center e colleghi hanno valutato i dati di 18 pazienti con tumore della mammella in stadio precoce.
Tredici di queste pazienti aveva una malattia tumorale HR+, due avevano malattia HER-2+, e tre pazienti avevano malattia triplo negativo.

La densità basale dei linfociti infiltranti il tumore ( TIL ) variava dal 2 al 30% della popolazione, anche se la densità media è risultata maggiore nelle pazienti con malattia HER-2+ e malattia triplo negativo rispetto alle donne con malattia HR+ ( 15% vs 5% ).

Sei pazienti, per ciascun gruppo, sono stati assegnati a crioablazione preoperatoria, a una singola dose di 10-mg/kg di Ipilimumab, oppure a crioablazione più Ipilimumab.

Aumenti maggiori di 2 volte del costimolatore inducibile ( ICOS ), un marcatore delle cellule T CD4+, e dei livelli plasmatici di Interferone gamma, una citochina associata all'attività delle cellule T, hanno indicato una risposta immunitaria sistemica.

La maggior parte delle pazienti assegnati alla combinazione ha ottenuto una risposta immunitaria sistemica a 30 giorni dopo il trattamento ( costimolatore inducibile, n=5; Interferone gamma plasmatico, n=4 ).
Tuttavia, solo due pazienti assegnate a Ipilimumab hanno raggiunto livelli elevati di entrambi i marcatori.
Nessuna paziente assegnata alla sola crioablazione ha dimostrato una risposta immunitaria sistemica.

Gli aumenti sostenuti del costimolatore inducibile e dell’Interferone gamma plasmatico erano indipendenti dalla densità al basale dei linfociti infiltranti il tumore.

Questi effetti immunitari potenzialmente benefici sono stati osservati in entrambi i sottotipi HR-positivo e HR-negativo, così come nei tumori a bassa o alta densità basale di TIL.
Questi dati supportano ulteriori studi riguardo a Ipilimumab aggiunto alla crioablazione nel carcinoma alla mammella in stadio precoce nei sottotipi HR-positivo e HR-negativo, così come nei tumori che non appaiono immunogenico al basale. ( Xagena2014 )

Fonte: Breast Cancer Symposium, 2014

Onco2014 Gyne2014 Farma2014


Indietro