Novartis
Roche Oncologia
Oncologia Morabito
OncoHub

Incidenza di recidive tardive nelle pazienti con tumore mammario HER2-positivo trattate con Trastuzumab nel setting adiuvante


Recenti studi hanno dimostrato il potenziale beneficio di una terapia endocrina adiuvante estesa e un rischio relativamente elevato di recidiva ( RoR ) dopo 5 anni nel tumore mammario positivo al recettore ormonale ( HR+ ), negativo al recettore 2 del fattore di crescita epidermico ( HER2 -).

Sebbene il rischio di recidiva tardiva nel tumore mammario HR+ HER2- sia abbastanza ben definito, il rischio nel tumore mammario HER2+ trattato con chemioterapia e Trastuzumab ( Herceptin ) in setting adiuvante rimane in gran parte sconosciuto.

Sono stati inclusi 3.177 pazienti con tumore mammario HER2+ trattati con chemioterapia da sola o con Trastuzumab nel setting adiuvante dagli studi North Central Cancer Treatment Group N9831 e National Surgical Adjuvant Breast and Bowel Project B-31.

Complessivamente, il tumore mammario HR+ è risultato significativamente associato a una migliore sopravvivenza libera da recidiva ( RFS ) durante i primi 5 anni ( hazard ratio, HR=0.65; P minore di 0.001 ).

Tra i pazienti trattati con Trastuzumab, il rischio cumulativo di sopravvivenza RFS era inferiore nei pazienti con tumore mammario HR+ HER2+ durante i primi 5 anni ( 10.96% vs 17.48%; HR=0.60; P minore di 0.001 ).
Tuttavia, non vi era alcuna differenza significativa nella sopravvivenza RFS in base allo stato di hazard ratio negli anni da 5 a 10 ( HR=1.32; P=0.12 ).

Un livello comparabile di beneficio di Trastuzumab è stato osservato nei tumori alla mammella HR+ e HR- ( P per interazione=0.87 ).
Inoltre, è stato osservato un basso rischio di recidiva negli anni da 5 a 10 tra i pazienti con tumore mammario HR+ HER2+: 3.23% nei pazienti senza coinvolgimento dei linfonodi ( N0 ) e 6.39% nei pazienti con coinvolgimento da uno a tre linfonodi ( N1 ).

Il beneficio di Trastuzumab adiuvante persiste a lungo. È stato osservato un modello distinto di recidiva tra la malattia HR+ e HR− HER2+ ma con un grado simile di beneficio dal Trastuzumab adiuvante.
Il rischio di recidiva negli anni da 5 a 10 nel tumore mammario HR+ HER2+ è basso, in particolare nei pazienti con malattia N0 o N1. ( Xagena2019 )

Chumsri S et al, J Clin Oncol 2019; 37: 3425-3435

Onco2019 Gyne2019 Farma2019


Indietro