Roche Oncologia
Novartis
Oncologia Morabito
OncoHub

Cancro della cervice nelle pazienti con infezione da HIV


Ricercatori dell’University of Medicine and Dentistry of New Jersey negli Stati Uniti, hanno condotto uno studio clinico confrontando la carica virale del virus HIV ( virus dell’immunodeficienza umana ) e la conta CD4 nei pazienti infettati con il virus HIV con e senza tumore della cervice.

E’ stato ipotizzato che le donne HIV-positive con cancro della cervice possano avere un rischio maggiore di immunosoppressione.

Lo studio clinico caso-controllo ha incluso tutte le pazienti HIV-positive giunte all’osservazione tra il 1995 e il 2006 con cancro cervicale invasivo ( casi ) o senza carcinoma della cervice ( controlli ).
Le pazienti sono state incluse solo in presenza di una misurazione dei CD4 meno di 6 mesi prima o meno di 3 mesi dopo la diagnosi di cancro cervicale per i casi o dopo l’ultima visita ginecologica per i controlli.

I controlli sono stati abbinati ai casi in un rapporto di 4:1.

Le pazienti sono state considerate immunocompetenti se mostravano una conta dei CD4 maggiore di 200 cellule/microL e una carica virale inferiore a 10.000 copie/mL.

Sono stati identificati 15 casi e 60 controlli.

Il valore mediano della conta dei CD4 è risultato di 208 cellule/microL per i casi e di 445 cellule/microL per i controlli ( P = 0.03 ).

La carica virale mediana era di 16.918 copie/mL per i casi e di 1.430 copie/mL per i controlli ( P = 0.15 ).

Solo il 7% dei casi è risultato immunocompetente rispetto al 64%dei controlli ( odds ratio 0.04; P < 0.001 ).
La significatività è stata mantenuta dopo aggiustamento per altri fattori ( P = 0.002 ).

In conclusione, le donne con HIV e diagnosi di cancro della cervice sembrano avere un maggior grado di immunosoppressione delle donne con HIV ma senza questo tumore. ( Xagena2008 )

Leitao MM Jr et al, Cancer 2008; 112: 2683-2689


Onco2008 Gyne2008 Inf2008


Indietro