Natera Banner
Gilead Banner
Bayer Banner
Tumore prostata

Risultati ricerca per "Tumore ovarico"

Nonostante i progressi terapeutici, gli esiti per le pazienti con tumore all'ovaio resistente / refrattario al Platino rimangono sfavorevoli. La modulazione selettiva dei recettori dei glucocorticoi ...


L'efficacia della terapia di mantenimento con Niraparib ( Zejula ) con una dose iniziale individualizzata ( ISD ) merita ulteriori indagini in un'ampia popolazione con tumore ovarico avanzato ( aOC ) ...


Le chemioterapie a singolo agente hanno un'attività limitata e una notevole tossicità nelle pazienti con tumore epiteliale ovarico resistente al Platino ( PROC ). Mirvetuximab Soravtansine ( MIRV; ...


Nello studio SOLO1/GOG 3004, la terapia di mantenimento con l'inibitore PARP ( poli-ADP-ribosio polimerasi ) Olaparib ( Lynparza ) ha fornito un vantaggio in termini di sopravvivenza libera da progres ...


ATHENA è stato progettato per valutare il trattamento di mantenimento di prima linea con Rucaparib ( Rubraca ) in un'ampia popolazione di pazienti, compresi quelli senza mutazioni BRCA1 o BRCA2 ( BRCA ...


Nelle pazienti con tumore ovarico di alto grado, sono necessari predittori dell'efficacia di Bevacizumab ( Avastin ) in prima linea. Nello studio ICON-7, una scarsa chemiosensibilità intrinseca del ...


Uno studio di fase III ha esplorato l'efficacia e la sicurezza di Fuzuloparib ( precedentemente Fluzoparib; AiRuiYi ) rispetto al placebo come trattamento di mantenimento dopo la risposta alla chemiot ...


La chemioterapia a base di Platino è lo standard di cura per il tumore ovarico sensibile al Platino, ma la terapia ripetuta con Platino può causare complicazioni. È stata valutata l'attività di due al ...


Pochi studi prospettici hanno confrontato gli inibitori PARP [( Poli-(ADP-ribosio)-polimerasi ] con la chemioterapia per il trattamento del carcinoma ovarico BRCA1-mutato o BRCA2-mutato. È stato val ...


Il carcinoma sieroso di basso grado dell'ovaio o del peritoneo è caratterizzato da aberrazioni della via MAPK e dalla sua ridotta sensibilità alla chemioterapia rispetto al carcinoma sieroso di alto g ...


L'inibitore Wee1 ( WEE1hu ) Adavosertib e Gemcitabina hanno mostrato sinergia preclinica e attività promettente nelle sperimentazioni cliniche di fase iniziale. È stata determinata l'efficacia di qu ...


C'è un'elevata necessità insoddisfatta di regimi di trattamento che aumentino le possibilità di remissione a lungo termine e possibilmente di curare le donne con tumore ovarico avanzato di nuova diagn ...


La maggior parte delle pazienti con tumore ovarico recidiva dopo aver ricevuto la chemioterapia di prima linea a base di Platino e alla fine svilupperà una malattia resistente al Platino o refrattaria ...


Uno studio di fase III, multicentrico, randomizzato, in aperto ha studiato l'efficacia e la sicurezza di Nivolumab ( Opdivo ) rispetto alla chemioterapia ( Gemcitabina [ GEM ] o Doxorubicina liposomia ...


Sebbene la maggior parte delle pazienti con tumore ovarico epiteliale risponda alla chemioterapia di prima linea a base di Platino, circa il 70% recidiva entro 3 anni. Lo studio di fase 3 JAVELIN Ov ...