Novartis
Oncologia Morabito
Roche Oncologia
OncoHub

Celecoxib con chemioterapia neoadiuvante per il tumore alla mammella potrebbe peggiorare gli esiti in modo differente in base alla espressione di COX-2 e stato di ER: analisi esplorativa dello studio REMAGUS02


La sovraespressione del gene della cicloossigenasi 2 ( COX-2 ), noto anche come prostaglandina-endoperossido sintasi 2 ( PTGS2 ), si manifesta nel tumore al seno, ma non è chiaro se sia in grado di influenzare la risposta ai farmaci antiossidanti.

Sono state studiate le relazioni tra l'espressione di PTGS2, l'uso di Celecoxib ( Celebrex ) durante la chemioterapia neoadiuvante ( NAC ) e la sopravvivenza libera da eventi ( EFS ) e la sopravvivenza globale ( OS ).

È stata analizzata una coorte di 156 pazienti con tumore mammario negativo al recettore 2 del fattore di crescita epidermico umano ( HER2 ) dallo studio REMAGUS02 con dati di espressione di PTGS2 pre-trattamento.

I pazienti sono stati trattati con chemioterapia neoadiuvante sequenziale ( Epirubicina più Ciclofosfamide seguita da Docetaxel con o senza Celecoxib ).

La validazione sperimentale è stata eseguita su linee cellulari di tumore mammario.
Lo studio Cancer and Leukemia Group B ( CALGB ) 30801 che ha testato la chemioterapia con o senza Celecoxib nei pazienti con tumore polmonare è servito da coorte di validazione indipendente.

Dopo 94.5 mesi di follow-up, la sopravvivenza libera da eventi è risultata significativamente più bassa nel gruppo Celecoxib ( hazard ratio, HR=1.7; P=0.046 ).
È stata rilevata un'interazione significativa tra l'espressione di PTGS2 e l'uso di Celecoxib ( P per interazione=0.01 ).

Nel gruppo PTGS2-basso ( n=100 ), la sopravvivenza libera da eventi è risultata inferiore nel braccio Celecoxib ( HR=3.01, P=0.002 ) rispetto al braccio di trattamento standard.

L'uso di Celecoxib era un predittore indipendente di scarsa sopravvivenza libera da eventi, sopravvivenza libera da recidiva distante e sopravvivenza globale.

Celecoxib aggiunto a Docetaxel ha migliorato la vitalità cellulare nelle linee cellulari con PTGS2 basso ma non nelle linee cellulari con PTGS2 alto.

In CALGB 30801, è stata osservata una tendenza verso una minore sopravvivenza libera da progressione nei pazienti con basso metabolita urinario della prostaglandina E2 che hanno ricevuto Celecoxib ( HR=1.57, P=0.13 ).

L'uso di Celecoxib durante la chemioterapia ha influenzato negativamente la sopravvivenza nei pazienti con tumore mammario, e l'effetto è stato più marcato nei tumori con PTGS2-basso e/o negativi al recettore dell'estrogeno ( ER ).
Gli inibitori di COX-2 dovrebbero preferibilmente essere evitati durante l'uso di Docetaxel in pazienti con tumore alla mammella sottoposti a chemioterapia neoadiuvante. ( Xagena2019 )

Hamy AS et al, J Clin Oncol 2019 37: 624-635

Onco2019 Gyne2019 Farma2019


Indietro