Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore prostata
Tumore Vescica

Risultati ricerca per "Mutazioni BRCA"

Olaparib ha mostrato significativi benefici clinici come terapia di mantenimento nelle donne con tumore ovarico avanzato di nuova diagnosi con una mutazione BRCA. L'effetto della combinazione di man ...


Niraparib ( Zejula ), un inibitore della poli ( ADP-ribosio ) polimerasi ( PARP ), è stato associato a una sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) significativamente aumentata tra le pazienti con ...


Vari fattori, tra cui età, storia familiare, infiammazione, fattori riproduttivi e legatura delle tube, modulano il rischio di tumore ovarico. Si è determinato se le donne con o a rischio di svilupp ...


Le opzioni di trattamento tardivo per le pazienti con tumore ovarico sono poche, con la percentuale di pazienti che ottengono una risposta generale di solito inferiore al 10% e una sopravvivenza globa ...


Uno studio multicentrico di fase II ha valutato Lurbinectedina, un inibitore selettivo della trascrizione attiva dei geni codificanti proteine, in pazienti con cancro alla mammella metastatico. Un so ...


Gli inibitori della poli-ADP-ribosio-polimerasi ( PARP ) hanno attività nei carcinomi ovarici con deficit di ricombinazione omologa.  Insieme alle mutazioni BRCA1 e BRCA2 ( BRCA )  ...


Nelle pazienti con carcinoma ovarico sieroso recidivante Platino-sensibile, la monoterapia di mantenimento con l’inibitore PARP Olaparib ( Lynparza ) migliora in modo significativo la sopravvivenza li ...


È stato condotto uno studio per determinare se il trattamento adiuvante con Tamoxifene per il carcinoma mammario sia associato a una riduzione del rischio di tumore alla mammella controlaterale per le ...


Olaparib, un nuovo inibitore della poli(ADP-ribosio) polimerasi ( PARP ) attivo per via orale, induce mortalità in cellule omozigoti per l’assenza di BRCA.Uno studio di fase 2 ha valutato ...


Sono state determinate in modo prospettico le stime generali ed età-specifiche del rischio di cancro al seno controlaterale per le pazienti giovani con carcinoma mammario, con o senza mutazioni BRCA1 ...


L’obiettivo di uno studio è stato quello di determinare se l'aumento dei tassi di mastectomia profilattica controlaterale sia dovuto al riconoscimento dei fattori di rischio per il cancro ...


È stato condotto uno studio per confrontare il tasso di risposta patologica completa, la sopravvivenza libera da recidiva e la sopravvivenza generale dopo chemioterapia sistemica neoadiuvante in pazie ...


L'aumento della densità mammaria in mammografia è un fattore di rischio riconosciuto per il carcinoma mammario nella popolazione generale, tuttavia non è chiaro se rappresenti un ...


L’ooforectomia profilattica bilaterale è ampiamente impiegata nella riduzione del rischio tumorale nelle donne con mutazioni BRCA1 e BRCA2. Molte donne scelgono di assumere la terapia di ...


Le donne geneticamente predisposte al carcinoma mammario spesso sviluppano la malattia in giovane età quanto il tessuto mammario denso riduce la sensibilità della mammografia a raggi X.R ...