Roche Oncologia
OncoHub
Novartis
Oncologia Morabito

Risultati ricerca per "Carcinoma ovarico"

Olaparib ( Lynparza ), un inibitore della poli-ADP-ribosio polimerasi ( PARP ), ha precedentemente dimostrato di estendere la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ), rispetto al placebo, quando ...


È stata valutata l'aggiunta dell'anticorpo monoclonale umanizzato anti-PD-L1 Atezolizumab ( Tecentriq ) alla chemioterapia a base di Platino e al Bevacizumab ( Avastin ) nel tumore ovarico di stadio I ...


Nello studio SOLO1, Olaparib ( Lynparza ) come terapia di mantenimento ( 300 mg due volte al giorno ) ha migliorato significativamente la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) per le pazienti c ...


Dallo studio di fase III PRIMA è emerso che la terapia di mantenimento di prima linea con l'inibitore di PARP Niraparib ( Zejula ) ha migliorato la sopravvivenza mediana libera da progressione ( PFS ...


Nello studio ARIEL3, il trattamento di mantenimento con Rucaparib ( Rubraca ) ha migliorato significativamente la sopravvivenza libera da progressione rispetto al placebo. Sono stati riportati endpoi ...


Dall' analisi aggiornata dello studio di fase 1 GARNET è emersa un'attività clinica promettente dell'inibitore PD-1, Dostarlimab, con risultati clinicamente significativi, in donne con carcinoma endom ...


Nei pazienti con carcinoma ovarico sieroso di alto grado ci sono dati limitati sull'uso di inibitori della poli ADP-ribosio polimerasi come Veliparib in associazione alla chemioterapia seguita da mant ...


Niraparib ( Zejula ), un inibitore della poli ( ADP-ribosio ) polimerasi ( PARP ), è stato associato a una sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) significativamente aumentata tra le pazienti con ...


La chemioterapia con Platino è la base del trattamento per il carcinoma ovarico ricorrente sensibile al Platino, ma presenta una tossicità sostanziale. Bevacizumab ( Avastin ) e gli inibitori del de ...


L'angiopoietina 1 e 2 regolano l'angiogenesi e il rimodellamento vascolare interagendo con il recettore tirosin chinasico Tie2, e l'inibizione dell'angiogenesi ha mostrato risultati promettenti nel tr ...


Il cancro ovarico è la quinta causa più comune di morte per tumore tra le donne negli Stati Uniti. Uno studio ha cercato di determinare se esposizioni modificabili ad analgesici comuni al di fuori de ...


Il carcinoma ovarico sieroso di alto grado è caratterizzato da mutazioni TP53, difetti di riparazione del DNA e instabilità genomica. Si è ipotizzato che Prexasertib, un inibitore della chinasi del c ...


Il cancro dell'ovaio è la principale causa di decessi per tumore ginecologico negli Stati Uniti. Pazopanib ( Votrient ) è un inibitore orale multitarget della chinasi dei recettori 1, 2 e 3 del fatto ...


Olaparib ( Lynparza ), un inibitore della poli (ADP-ribosio) polimerasi ( PARP ), ha precedentemente dimostrato efficacia in uno studio di fase 2 quando è stato somministrato in formulazione in capsul ...


Rucaparib ( Rubraca ), un inibitore della poli(ADP-ribosio) polimerasi ( PARP ), ha attività antitumorale nel carcinoma ovarico ricorrente che ospita una mutazione BRCA o un'alta percen ...