Tumore al polmone: valutazione geriatrica multidimensionale
Controversies in Genitourinary Tumors
Paziente Anziana con Carcinoma Mammario

I profili di espressione genica nelle cellule tumorali circolanti possono predire la prognosi nelle pazienti con tumore alla mammella metastatico


Il conteggio delle cellule tumorali circolanti rappresenta un valido fattore prognostico nel tumore alla mammella metastatico; oltre al conteggio, la caratterizzazione delle cellule tumorali circolanti è in grado di migliorare la previsione dell'esito clinico e la direzione del trattamento.

Dopo aver dimostrato la possibilità di quantificare i trascritti di mRNA clinicamente rilevanti all'interno delle cellule tumorali circolanti, uno studio clinico ha valutato il valore prognostico dell'espressione genica nelle cellule tumorali circolanti nel carcinoma mammario metastatico.

Le cellule tumorali circolanti sono state isolate e numerate dai campioni di sangue di 197 pazienti con carcinoma mammario metastatico in procinto di iniziare il trattamento sistemico di prima linea.
Di questi, 180 pazienti sono risultati valutabili per la quantificazione dei livelli di espressione di mRNA mediante analisi RT-qPCR in relazione al tempo al fallimento del trattamento ( TTF ).

Un profilo genetico prognostico delle cellule tumorali circolanti è stato generato mediante convalida incrociata leave-one-out in un gruppo di 180 pazienti e valutato in 77 pazienti.
Inoltre, tutti i 180 pazienti sono stati suddivisi casualmente in due gruppi per definire e convalidare un secondo profilo prognostico.

Il conteggio delle cellule tumorali circolanti è risultato essere predittivo per il tempo al fallimento del trattamento al basale, con un valore di hazard ratio ( HR ) relativo alla presenza di 5 o più cellule tumorali circolanti in 7.5 ml di sangue rispetto alla presenza di meno di 5 cellule tumorali circolanti pari a 2.92 ( intervallo di confidenza [ IC ] 95%: 1.71-4.95; P inferiore a 0.0001 ).

Un profilo di espressione a 16 geni nelle cellule tumorali circolanti è stato generato nel primo gruppo di analisi esplorativa, che ha identificato i pazienti deceduti o con un tempo al fallimento del trattamento inferiore a 9 mesi rispetto ai pazienti con un migliore esito clinico.
Nell'analisi multivariata, tale profilo a 16 geni è risultato essere l'unico fattore associato al tempo di fallimento al trattamento ( HR = 3.15; IC 95%: 1.35-7.33; P = 0.008 ).
La validazione di questo profilo nel set indipendente di pazienti ha mostrato una tendenza simile, senza tuttavia esserestatisticamente significativo.

Un nuovo profilo prognostico a 8 geni ha evidenziato le stesse caratteristiche di test favorevoli del modello a 16 geni, ma anch'esso non è stato in grado di ottenere una validazione statisticamente significativa.

In conclusione, lo studio ha permesso di identificare un profilo a 16 geni nelle cellule tumorali circolanti, dotato di un valore prognostico relativamente alla parte superiore della conta delle cellule tumorali circolanti nelle pazienti con carcinoma alla mammella metastatico.
Tuttavia, la convalida di tale profilo, così come la convalida di un secondo profilo, in una coorte indipendente di pazienti non ha raggiunto la significatività statistica, evidenziando il bisogno di migliorare ulteriormente l'approccio, ancora promettente, per la caratterizzazione delle cellule tumorali circolanti. ( Xagena2015 )

Mostert B et al, Ann Oncol 2015; 26: 510-516

Onco2015 Gyne2015 Diagno2015



Indietro